NOTIZIE CONVEGNO DI STUDI: “IL DIRITTO NOBILIARE, PASSATO E PRESENTE”. Il 23 giugno 2012 nella splendida cornice della Rettoria Autonoma di San Silvestro in Tivoli con la benedizione di Mons. Rettore Cav. Gr. Croce Luigi Francesco Can. Casolini Presidente della Monumentalis Ecclesiae Sancti Silvestri Societas si è tenuto il Convegno dal titolo: "Il Diritto Nobiliare, passato e presente" organizzato dall'Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare, Storia ed Araldica con sedi in Viareggio ed Elbasan. Si ringraziano tutti gli attenti partecipanti. Al termine del Convegno si è tenuta una cena nei giardini contigui alla Chiesa che ha dato, a molti, l’opportunità di riprendere ed approfondire le argomentazioni ed i temi non emersi durante il simposio. Da sinistra: Avv. Mascioli, Prof. Scarpa, Prof. Cecchetti, Prof. Spagnesi, Dott. Petrini Mansi, Avv. Libertini. II CONVEGNO DI STUDI: “IL CONCETTO GIURIDICO DI NOBILTÀ DAL MONDO ROMANO AD OGGI ”. Grande successo per il 2° Convegno di Diritto Nobiliare "Il Concetto giuridico di nobiltà dal mondo romano ad oggi" che si è tenuto sabato 22 giugno 2013  in Tivoli presso la Rettoria Vescovile di San Silvestro, organizzato dall'Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica di Viareggio, nella persona del delegato per il Lazio Barone Dott. Patrizio Imperato di Montecorvino in collaborazione con il Presidente della Monumentalis Ecclesiae Sancti Silvestri Societas "Associazione dei Cavalieri di San Silvestro" Mons. Luigi Francesco Can. Casolini. Ha fatto gli onori di casa l' Avv. Giovanni Mascioli presidente dell'Unione Giuristi Cattolici italiani di Tivoli, a cui hanno fatto seguito le relazioni dei docenti universitari Riccardo Scarpa, Roberto Romano sostituito per un improvviso malore da Raffaello Cecchetti, Enrico Spagnesi e della dott.ssa Esmeralda Giampaoli. il Simposio si è concluso con la presentazione del Manuale di Diritto Nobiliare a cura dell'autore Prof. Avv. Raffaello Cecchetti docente presso l'Università di Pisa e degli Atti del I Convegno: Diritto Nobiliare oggi a cura del Conte Dott. Emilio Petrini Mansi il quale, conclusa la presentazione a sorpresa ha annuncito l'avvio del Corso di Perfezionamento in Diritto Nobiliare e Scienze Araldiche in collaborazione con l' Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma rappresentato da Padre Prof. Michael Ryan che il Conte ha invitato a raggiungerlo per tratteggiare il percorso formativo offerto. Il dibattito è stato introdotto dal Gen. C.C. Avv. Domenico Libertini che ha permesso al pubblico attento ed interessato di fare domande attuali sulla regolamentazione degli Ordini Cavallereschi non nazionali e sull'accertamento giudiziario dello stemma e dei titoli nobiliari. Si è concluso con una riflessione sempre attenta e particolarmente ricca di dettagli di Mons. Casolini. A questa importante iniziativa culturale hanno partecipato alcuni rappresentanti dell'aristocrazia romana e non solo, ricordiamo i Principi Luigi e Orietta Boncompagni Ludovisi Rondinelli Vitelli, S.A.I. il Principe Alessio Ferrari Angelo Comneno di Tessaglia, S.A.I. il Principe Prof. Erminio di Costantinopoli, la Marchesa Amalia Venturi Ginori Lisci, la Marchesa Dani d'Aragona, il Marchese Paolo Rutili Dragonetti de Torres, il Conte Vieri Franchini Stappo, il Conte Salvatore Olivari de la Moneda, il Conte Edoardo di Pontelagoscuroil Barone Avv. Prof. Antonio Bellizzi di San Lorenzo, don Angelo Ranzini, il Nobile Roberto Carlo Tassinari Berti, Mons. Cav. Paolo Cartolari, il Gen. Bruno Simeone, il Col. Angelo Larocca, l'Ing. Fausto Capalbo, Carlo Sportelli, il Cav. Prof. Antonio Palazzi, il Procuratore Legale Antonio Cazzella, Giulietta Facco de Lagarda, Adele Mazzotta Lax, Bianca Alfonsi, Prof.ssa Marialuisa Appetecchia, lo scultore Otello Scatolini e molti altri che si sono intrattenuti a cena fino a tardi nello splendido e suggestivo giardino attiguo alla Chiesa. PRESTIGIOSA NOMINA A COMPONENTE DELLA CONSULTA DEI SENATORI DEL REGNO Ci congratuliamo con il Prof. Avv. Raffaello Cecchetti per l’elezione a componente della Consulta dei Senatori del Regno per nomina di S.A.R. il Principe Vittorio Emauele di Savoia. Il Prof. Avv. Raffaello Cecchetti, nato a Viareggio il 3 novembre 1949, Dottore in Giurisprudenza, Professore di Ruolo presso l'Università di Pisa, Avvocato innanzi alle Supreme Corti, Giudice presso la Commissione Tributaria della Toscana, Presidente del Tribunale Arbitrale organo permanente della Corte Superiore di Giustizia Arbitrale. Cavaliere O.M.R.I, Custode della Magione Versilia e Membro dei Reggenti della Storica Compagnia Insigniti Cavalieri del Tau o di San Jacopo d’Altopascio con sede nel Palazzo Vescovile di San Miniato e sotto l'alta protezione di S.Ecc. Mons. Vescovo. Nobile, quale Cavaliere di Prima Classe dell'Ordine di San Ludovico, per concessione di S.A.R. il Duca Carlo Ugo di Borbone-Parma del 28 .11.2000. III CONVEGNO DI DIRITTO NOBILIARE LA NOBILTÀ CIVICA  Grande successo per il terzo convegno di Diritto Nobiliare "La nobiltà civica” che si è tenuto venerdì 9 maggio dalle ore 16:30 presso la Sala Santa Rita messa gentilmente a disposizione dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale. Dopo il Convegno del 2012 dal titolo “IL DIRITTO NOBILIARE OGGI”, e quello del 2013 dal titolo “IL CONCETTO GIURIDICO DI NOBILTÀ DAL MONDO ROMANO AD OGGI” tenuti in Tivoli, questo è il terzo progetto culturale dell’Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica. L’incontro patrocinato dalla Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura rappresentata da S.Ecc. l’Ambasciatore Lucio Alberto Savoia, dall'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dalla Monumentalis Ecclesiae Sancti Silvestri Societas "Associazione dei Cavalieri di San Silvestro" rappresentata dal Presidente Mons. Luigi Francesco Can. Casolini si è articolato con l’introduzione dell’ Avv. Prof. Raffaello Cecchetti a cui hanno fatto seguito le relazioni dei docenti universitari: Enrico Spagnesi “Aspetti storico giuridici della Nobiltà civica”, Emilio Petrini Mansi della Fontanazza “Il patriziato lucchese”, Fabio Cassani Pironti “Il Patriziato di Ravello”, che ha iniziato la relazione leggendo un messaggio di saluto inviato da S.E. il Prof. Don Alfonso de Ceballos-Escalera Marchese de la Floresta Cronista Re d’Armi di Castiglia e Leone, e Alberto Lembo “Il patriziato veneto 697-1797”, la sintesi affidata a Riccardo Scarpa. Mentre la presentazione degli Atti del secondo convegno: “Il concetto giuridico di nobiltà dal mondo romano ad oggi” pubblicati dalla Pisa University Press è stata affidata all’Avv. Giovanni Mascioli presidente dell’Unione Giuristi Cattolici di Tivoli. Emilio Petrini Mansi della Fontanazza e Padre Prof. Michael Ryan L.C. hanno annunciato per i prossimi mesi l'avvio con l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma di un nuovo percorso formativo, il Diploma di Perfezionamento in Diritto Nobiliare, Scienze Araldiche e Cerimoniale che è il naturale proseguimento del Corso di Perfezionamento attivato nel 2013. Prima di concludere il delegato dell’Istituto per il Lazio Barone Patrizio Imperato di Montecorvino ha rilasciato l’attestazione d’iscrizione nella categoria di giustizia al Marchese Dottor Guglielmo Bonanno di San Lorenzo a cui è stato affidato per anni tre l’incarico di rappresentare l’Istituto in Puglia. A questa interessante iniziativa culturale hanno partecipato alcuni rappresentanti del Clero, dell’Ordine di Malta e dell'aristocrazia, tra gli altri citiamo S. Ecc. Rev.ma Mons. Oscar Rizzato Arcivescovo, Mons. Giuseppe Liberto direttore emerito della Cappella Musicale Pontificia Sistina, Mons. Jean- Marie Gervais, Officiale della Penitenzieria Apostolica, il Consigliere d’Ambasciata dello SMOM in Italia Conte Alberto Moncada dei Principi di Paternò, il Presidente dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon Cap. di Vasc. Ugo d’Atri, il Presidente dell'Istituto Cervantes Sergio Rodriguez Lopez-Ros, il Presidente dei Giovani Collezionisti N.H. Antonio Valentino, il Prof. Roberto Romano dell' Università Federico II di Napoli, il Procuratore della Repubblica Luigi de Ficchy, S.A.S. il Principe Maurizio Ferrante Gonzaga del Vodice Capo della Casa Ducale di Mantova, Donna Josephine Borghese, il Principe Carlo Massimo, il Principe Luigi Boncompagni Ludovisi Rondinelli Vitelli, S.A.R. il Principe Francesco Paternò Castello di Carcaci, S.A.I. il Principe Alessio Ferrari Angelo Comneno, il Principe del S.R.I. Don Stefano Pignatelli di Cerchiara, il Duca Luigi Catemario di Quadri, la Contessa Micaela Manni, il Conte Ranieri Degli Oddi, il Conte Guido Anzilotti con Chiara Andreucci, Sonia Bini, la Baronessa Concetta Lombardi Satriani di Porto Salvo, la Baronessa Luisa Sillitti, il Barone Avv. Andrea Scandurro d’Epiro, il Nob. Antonino Lazzarino de Lorenzo, Nob. Armando Pietroni, Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti INGORTP, Nob. Cav. Gr. Cr. Roberto Vittorio Favero, il N.H. Paolo Rivelli Consigliere della Delegazione Roma “San Matteo” dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, il Dott. Cosimo Papa, Consigliere Ecclesiastico dell’Ambasciata di Colombia presso la Santa Sede, il Prof. Lorenzo Franchini, il Gen. Avv. Domenico Libertini. il Console Avv. Gennaro Famiglietti, il dottor Carlo Sportelli, i Maestri d’arte Paola Crema Fallani e Massimo Bomba. Ogni relazione è stata intervallata dall'accompagnamento musicale a cura del bravo chitarrista Paolo De Angelis. Al termine della conferenza si sono tutti ritrovati ed intrattenuti fino a tarda sera presso la caratteristica "Osteria Agrippa” all’angolo di via dei Cestari. S.Ecc. Ambasciatore Savoia Fabio Cassani Pironti  IV CONVEGNO DI STUDI SUL DIRITTO NOBILIARE IN CAMPIDOGLIO L’Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica di Viareggio con la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, la Presidenza dell’Assemblea Capitolina, l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum , l’Associazione Cavalieri di San Silvestro e l’Accademia Bonifaciana hanno organizzato venerdì 26 giugno nella sala Protomoteca del Campidoglio il IV Convegno di Studi sul Diritto Nobiliare dal titolo “Nobiltà Civica e Patriziato” evento culturale di rilevanza nazionale che è rientrato a pieno titolo nella valorizzazione delle Famiglie che hanno contribuito alla bellezza storico artistica delle nostre Città, come afferma l'On. Daniela Tiburzi proprio nel periodo in cui Roma ospita il mese internazionale della cultura. Interventi di alto livello come quello dell’Ambasciatore Lucio Alberto Savoia (Unesco), di Sua Altezza il Principe Ottaviano de’ Medici di Ottajano Principe di Toscana che ha messo al corrente la vasta platea della Convenzione Unesco 2003 sulla tutela delle tradizioni nobiliari come patrimonio culturale immateriale, il Prof. Enrico Spagnesi dell'Università di Pisa ha presentato la nobiltà feudale come modello di nobiltà civica, mentre la nobiltà tiburtina è stata presentata dall'Avv. Giovanni Mascioli Presidente dell'Unione Giuristi Cattolici di Tivoli, il patriziato genovese già tesi di perfezionamento in Diritto Nobiliare e scienze araldiche del medico genovese Fernando Piterà di Clima è stata presentata con stemmi delle antiche famiglie della Repubblica marinara, le grandi stirpi romane sono state trattate dal Prof. Andrea Borella direttore ed editore dell'Annuario della Nobiltà italiana, il Barone Ettore Gallelli Benso Presidente dell'Unione della Nobiltà d'Italia ha presentato il Calendario d'Oro 2015 e la Dottoressa Claudia Napolitano responsabile della Pisa University Press ha presentato gli Atti del III Convegno di Diritto Nobiliare dove sulla copertina è raffigurato Carlo Lodovico di Borbone Parma Duca di Lucca, con all'interno del testo una accurata trattazione del Patriziato lucchese con gli aggiornamenti genealogici fino ad oggi a cura del Marchese Emilio Petrini Mansi della Fontanazza, l'ultimo Sovrano lucchese come molti altri della propria dinastia furono sepolti nella cappella di Villa Borbone in Viareggio. Erano presenti rappresentanti del clero romano come Mons. Luigi Francesco Can. Casolini rettore della Basilica di San Silvestro in Tivoli e Mons. Paolo Cartolari, dell'aristocrazia romana e non solo tra gli altri segnalamo i Principi romani Luigi e Orietta Boncompagni Ludovisi Rondinelli Vitelli, Josephine Borghese, i Principi napoletani Stefano Pignatelli di Cerchiara e Pier Luigi Brancia d’Apricena, i Principi siciliani Danilo Moncada Zarbo di Soria e Giuseppe Grifeo di Partanna, Carlos Canevaro dei Duchi di Zoagli, la Contessa Anna Teodorani Fabbri Serbelloni Pozzo figlia di Rosa Mussolini, il Barone Fabrizio Mechi, il Marchese Giuseppe Ferrajoli di Filacciano, il N.H. Danilo Giovanni Maria Bucciarelli, il N.H. Mattia Corsetti, il Conte Guido Anzilotti con Chiara Andreucci e la figlia Valentina, N.H. Paolo Rivelli Gr. Uff. O.E.S.S.G. e presidente Real Circolo Francesco II di Borbone, il Barone Antonio Bellizzi di San Lorenzo, il N.H. Fabio Cassani Pironti, il N.H. Alfonso Marini Dettina, il Marchese Giovanni Nicastro Guidiccioni discendente della storica famiglia patrizia lucchese, la Contessa Katia Ferri Melzi d'Eril dei Duchi di Lodi, non sono mancati rappresentanti dell'arte pietrasantina come Diego Bovecchi titolare della galleria Open One con Fiammetta Galleni e lo stilista astrologo Massimo Bomba e l'attrice di teatro Giusy Ginger. Particolarmente emozionante il riconoscimento consegnato dal delegato per Roma, dell'Istituto viareggino, Barone Patrizio Imperato di Montecorvino al giovane Antonio Treglia sottocapo 3cl. che salvò molte vite dal nubifragio che colpì la città di Peschici nel settembre dello scorso anno. Sala Protomoteca del Campidoglio Emilio Petrini Mansi della Fontanazza presenta gli atti del III Convegno di Diritto Nobiliare dove Ŕ presente la relazione sul Patriziato lucchese Antonio Treglia e il delegato per Roma dell'Ist. Intern. di Diritto Nobiliare Barone Patrizio Imperato di Montecorvino Emilio Petrini Mansi della Fontanazza con Giovanni Nicastro Guidiccioni Tavolo Relatori  V CONVEGNO DI STUDI SUL DIRITTO NOBILIARE IN CAMPIDOGLIO SUCCESSO IN CAMPIDOGLIO PER IL V CONVEGNO DI DIRITTO NOBILIARE La sala protomoteca del Campidoglio è tornata per un giorno, venerdì 7 ottobre, a celebrare i fasti dell'aristocrazia italiana con il V Convegno di studi di Diritto Nobiliare "la Nobiltà Cittadina e di Funzione" promosso dall'Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica di Viareggio, anfitrione dell'evento culturale annuale più atteso dai nobili romani, il Marchese Prof. Emilio Petrini Mansi della Fontanazza titolare dello Studio Legale di Diritto Nobiliare di Viareggio che ha esordito ringraziando gli enti patrocinanti tra i quali il Comune di Roma, l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, l’Associazione Cavalieri di San Silvestro, l'Accademia Nazionale Cerimoniale Immagine e Comunicazione, la testata Heritage & Traditions e l'Annuario della Nobiltà Italiana. Introducendo il Marchese della Fontanazza ha tracciato la differenza tra nobiltà civica (legata alle Città più antiche dove risiedevano le pubbliche Magistrature, e per questo create Nobili, dotate di un proprio elenco dove venivano iscritti i rappresentanti delle famiglie che potevano dimostrare di vivere, more nobilium, del proprio patrimonio e di conseguenza non esercitare arti vili e meccaniche e che potevano vantare alleanze matrimoniali con famiglie di pari condizione o titolate, queste furono anche le condizioni che permisero ai soli nobili di governare le Città) e la nobiltà feudale così detta titolata. Particolarmente toccante il saluto di Mons. Luigi Francesco Can. Casolini di Sersale ricordando il primo convegno che si svolse proprio nella Rettoria Vescovile di San Silvestro in Tivoli. Interessanti tutte le relazioni dalla genesi storica del patriziato romano trattata dal Prof. Lorenzo Franchini (Università Europea di Roma), alla nobiltà proveniente dalle professioni giuridiche letta per conto del Prof. Enrico Spagnesi dall'Avv. Prof. Fausto Giumetti (Università di Firenze), il Marchesato di Cetona, il feudo come ricompensa trattato dal Prof. Raffaello Cecchetti (Università di Pisa), autore del Manuale di Diritto Nobiliare e della Storia del Diritto Nobiliare Italiano ed. Pisa University Press, alla nobiltà senese trattata dallo storico Luca Fusai, con un richiamo alla sigillografia e al dottore della Chiesa Ildegarda di Bingen della catanese Luisa Trovato ex studentessa del Corso di perfezionamento in Diritto Nobiliare, Scienze Araldiche e Cerimoniale attivato all'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Gli stemmi tratti dall'Annuario della Nobiltà Italiana hanno affascinato l'attenta platea che ha particolarmente apprezzato la spiegazione del direttore ed editore Nob. Prof. Andrea Borella (docente di Araldica ed Araldica Ecclesiastica Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) che ha ripercorso la storia del più completo repertorio storico araldico genealogico delle famiglie nobili d'Italia. Curiosità per il calendario Pontificio edito da Ettore Gallelli Benso e per l'avvio della testata Heritage & Traditions a cura di Donna Katia Ferri Melzi d'Eril dei Duchi di Lodi un periodico della nobiltà europea per tutto ciò che ruota intorno all'aristocrazia dagli appuntamenti mondani, culturali alle dimore storiche e molto altro. Tra gli innumerevoli ospiti presenti spiccavano esponenti dell'aristocrazia italiana come i Principi Carlo ed Elisa Massimo, Stefano Pignatelli di Cerchiara, Pierluigi Brancia d'Apricena, Danilo Moncada Zarbo di Soria, Giuseppe Grifeo di Partanna, il Duca Luigi Catemario di Quadri, la Baronessa Cetty Lombardi Satriani di Porto Salvo, lo stilista astrologo di chiara fama Massimo Bomba, i Nobili Manno e Violetta Manni, Marchese Giovanni Nicastro Guidiccioni, Marchese Franzo Bruno Statella di Spaccaforno, Nob. Emanuele dei march. Bongiorno di Canigliari, Nob. Demetrio dei bar. Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli, Barone Fabrizio Mechi, Luisa Paladini de Mendoza che gentilmente ha portato i saluti del Principe Ottaviano de' Medici di Toscana, il Barone Fabrizio Formica di Cirigliano, Niccolò Bolognini Martinozzi, il Barone Patrizio Imperato di Montecorvino, N.H. Antonino Lazzarino de Lorenzo, il Conte Enzo Modulo Morosini, la Baronessa Isabella Corsi di Turri Gallelli Benso, N.H. Fabio Cassani Pironti esponenti del mondo dell'arte, delle professioni e dell'imprenditoria come l'artista Roberto Di Costanzo, l'imprenditore tipografo Michele Maria Biallo, Pier Paolo Troccoli, Laura Azzali, Davide Colombo Segretario dell'Unione Monarchica Italiana, il dannunzista Filippo Sallusto, Comm. Annamaria Croce che gentilmente ha portato i saluti di Don Ettore d'Alessandro Duca di Pescolanciano, l'Avv. Antonella Sotira presidente di Jus Gustando, Antonia Manfredi, Ranieri Roda, Carla Zambrini, Ruben Razzante dell'Università Cattolica di Milano, Carlo Sportelli di Roma Tre, Bianca Maria Caringi Lucibelli, Claudio Pierri Cecaro e molti altri. La serata è proseguita con un ricevimento in un noto locale affacciato sul Colosseo. Alcuni articoli che hanno trattato l'evento ed in allegato l'articolo uscito su Il Tempo di mercoledì 12 ottobre http://www.tgregione.it/eventi/la-nobilta-toscana-campidoglio/ http://www.versiliatoday.it/2016/10/10/la-nobilta-toscana-campidoglio/ http://www.gonews.it/2016/10/10/campidoglio-un-convegno-sulla-nobilta/ http://www.stamptoscana.it/articolo/cultura/in-campidoglio-un-convegno-sulla-nobilta- toscana Il Tempo mercoledý 12 ottobre 2016 Il tavolo dei relatori Da sx il Marchese Emilio Petrini Mansi della Fontanazza con i Principi Elisa e Carlo Massimo ed il N.H. Antonino Lazzarino de Lorenzo Da Sx. Dr. Giovanni Chianese, Nob. Demetrio dei bar. Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli, Marchese Emilio Petrini Mansi, Nob. Prof. Andrea Borella, Nob. Emanuele dei march. Bongiorno di Canigliari  LA NOTIZIA 13 ottobre 2016