PATERNÒ CASTELLO DI CARCACI
SENTENZE
I Paternò, il cui cognome fu originariamente Aragona di Ayerbe e di Patrnoy, conservano molti diritti Jure sanguinis, Tra questi diritti è quello denominato "fons honorum o facoltà nobiliare", di concedere e confermare stemmi, di accordare predicati dai luoghi su cui gli Avi esercitarono appunto i poteri sovrani, nonché il diritto di fondare, riesumare, e riformare, esercitare il gran magistero degli Ordini cavallereschi di collazione familiare, che si tramanda da padre in figlio come eredità insopprimibile. Quattro sentenze riguardanti la dinastia Paternuense hanno confermato la consanguineità con la casa d'Aragona - Maiorca - Sicilia e la legittimità della Fons Honorum. La prima della pretura unificata di Bari, 03.03.1952, n. 485, divenuta irrevocabile nelle forme di legge, ha accertato che "la Famiglia Principesca dei Paternò ebbe origine da Giacomo I il Conquistatore, discendente dai Conti di Guascogna, del Re di Navarra e dei Re di Castiglia". La seconda sentenza del 05.06.1964, n. 119, del Tribunale Penale di Pistoia, sezione unica, ha espressamente confermato la legittimità della fons honorum del rappresentante massimo della Real Casa Paternò, in quanto la legittimità del pretendente della famiglia Paternò deriva dalla discendenza legittima e provata di un membro della Real Casa d'Aragona. La terza sentenza arbitrale del 08.01.2003, n. 50, dichiarata esecutiva con decreto del Presidente del Tribunale Ordinario di Ragusa 17.02.2003, n. 177, ha dichiarato che competono al Capo della Real Casa "le prerogative sovrane connesse allo jus majestatis ed allo jus honorum, con la facoltà di conferire titoli nobiliari, con o senza predicato, stemmi gentilizi, titoli onorifici e cavallereschi relativi agli ordini ereditari di famiglia; la qualità di soggetto di diritto internazionale e di gran maestro di ordini non nazionali ai fini della legge 3 marzo 1951, n. 1978". La quarta, sentenza arbitrale del 05.12.2009 n. 709/09 dichiarata esecutiva nel territorio della Repubblica Italiana con decreto del Tribunale Ordinario di Ragusa, ha confermato al Capo della Real Casa Paternò Castello di Valencia e Sardegna la fons honorum con tutte le prerogative annesse e connesse alla Sua qualità di Altezza Reale, con la facoltà di poter concedere Titoli Nobiliari con o senza predicato, stemmi gentilizi, titoli onorifici e cavallereschi relativi agli ordini equestri di famiglia; la qualità di soggetto di diritto internazionale e di gran maestro degli ordini non nazionali ai fini della legge del 3 marzo 1951, n. 178.  
Home Home Contatti Contatti Dove Siamo Dove Siamo Chi Siamo Chi Siamo Chi Siamo Domande e Risposte Domande e Risposte Domande e Risposte Ultime Notizie Ultime Notizie Ultime Notizie Fons Honorum Fons Honorum Fons Honorum Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare Storia ed Araldica Notizie Storiche Notizie Storiche Notizie Storiche Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale Corte Arbitrale Corte Arbitrale Corte Arbitrale Mappa del Sito Mappa del Sito Mappa del Sito Scrivi allo Studio Scrivi allo Studio Scrivi allo Studio Mappa Sito Mappa Sito STUDIO  LEGALE  DI DIRITTO  NOBILIARE Eventi CONTATTACI STUDIO LEGALE   DI DIRITTO  NOBILIARE Formazione Intervista